A PIANO
A PERSON
8 HANDS

ALL the sounds you hear were created by different parts of the piano!

CAROL OF THE BELLSSCHINDLER'S LIST

A piano, a person, 8 hands

 

E’ un esperimento che mi ha permesso di giocare con la musica e con lo strumento.

Ricordo quando decisi di provare a realizzare questi arrangiamenti. L’idea iniziale era quella di collaborare e giocare con diverse persone ma certe volte o ti fai in quattro o difficilmente otterai ciò che desideri davvero… mi sono preso alla lettera, mi sono fatto in 4!

Lo strumento diventa il punto di riferimento ritmico e armonico e viene utilizzato cercando le diverse sonorità che da esso si possono ottenere; questo ha significato unire un metodo che uscisse dal canone tradizionale che andava però ad implementarlo: infatti il pianoforte viene suonato, sia tradizionalmente ma anche come una percussione, suonando il legno che racchiude la tavola armonica e pizzicando le corde (sia alte che basse) e suonando le corde con un archetto per violino.

I brani che ho realizzato e pubblicato fino ad ora (vi svelo che ne ho alcuni in cantiere e se qualcuno volesse dividersi con me sarà ben accetto), ad ogni modo, dicevo che i brani realizzati fino ad oggi sono principalmente tre.

Carol of the bells è stato il primo: volevo trovare un modo interessante, originale e creativo per augurare a tutti un buon Natale! Ne sono veramente soddisfatto.

Schindler’s List è stato il secondo brano. E’ stato realizzato perchè avevo il bisogno di contribuire a non dimenticare quato è stato. Il modo con cui maggiormente potevo esprimermi era la musica, non potevo ignorare quanto accaduto. Schindelr’s List però, vuole racchiudere un grido di sdegno rivolto ad ogni tipo di ingiustizia, brutalità, follia e rimanere al di fuori di un evento particolare ma divenire universale.

In ultimo Comptine d’un autre été: L’Après Midi tratto dalla colonna sonora del film Il favoloso mondo di Amelié, perchè? Perchè “Amélie sente di essere in totale armonia con sè stessa. In quell’istante tutto è perfetto. La mitezza del giorno, quel profumo nell’aria, il rumore tranquillo della città. Inspira profondamente e la vita le appare semplice e limpida”.

 

Carol of the bells

Carol of the Bells, conosciuta anche come Ukrainian Bell Carol, è una celebre canzone natalizia scritta nel 1936 dal compositore statunitense Peter Wilhousky (1902–1978) la quale è basata su un rifacimento melodico di un canto natalizio del compositore ucraino Mykola Leontovyč (Микола Леонтович; 1877–1921), intitolato Ščedryk (ščedrykvka, che in lingua ucraina significa “Canto di Capodanno”) e originalmente pensata per un’opera corale che fu rappresentata per la prima volta a Kiev nel 1916. Si tratta di un brano che in Ucraina è tradizionalmente intonato la sera del 13 gennaio, vigilia del Capodanno secondo il Calendario giuliano.

Comptine d’un autre été: L’Après Midi

Il Favoloso Mondo di Amélie Poulin è una commedia romantica. Il film uscito nel 2001 è stato diretto da Jean-Pierre Jennet e scritto da Jeunet and Guillaume Laurant. Il film è una capricciosa rappresentazione della vita parigina contemporanea, ambientata a Montmartre. Racconta la storia di una cameriera timida, interpretata da Audrey Tautou, che decide di cambiare in meglio la vita di coloro che la circondano, mentre al contempo lotta con la propria solitudine.

“…Mia piccola Amélie, lei non ha le ossa di vetro. Lei può scontrarsi con la vita. Se lei si lascia scappare questa occasione con il tempo sarà il suo cuore che diventerà secco e fragile come il mio scheletro. Perciò si lanci, accidenti a lei!”

Schindler’s List.

Schindler’s List è un film del 1993 diretto da Steven Spielberg, interpretato da Liam Neeson, Ben Kingsley e Ralph Fiennes; è dedicato al tema della Shoah. Ispirata al romanzo La lista di Schindler di Thomas Keneally e basata sulla vera storia di Oskar Schindler

Colui che salva una sola vita salva il mondo intero.

La giornata della memoria è una commemorazione internazionale. Ogni anno il 27 gennaio, vengono ricordate tutte le vittime dell’olocausto. Vengono ricordati 6 milioni di Ebrei, 1 milione di Zingari, 250.000 disabili fisici e mentali, 9000 omosessuali uccisi dal regime Nazista sperando che la storia insegni e ciò non accada mai più.

Commenti, proposte, considerazioni…
Mettetevi in gioco, scrivetemi!